Assistenza, Manutenzione e Ricambi per Batterie

Le prestazioni di un veicolo elettrico ed il suo costo d’esercizio dipendono soprattutto dallo stato degli accumulatori impiegati e dalla loro manutenzione.

Siamo in grado di fornirVi assistenza specifica sulle Vs. batterie, dove un tecnico specializzato effettuerà un'analisi completa della batteria presso la Vostra sede, fornendoVi tutte le informazioni riguardanti lo stato e l’usura. Valutando insieme a Voi la necessità della sostituzione degli elementi o dell’intera batteria in base al ciclo lavorativo effettuato dal carrello. Disponiamo, presso la nostra officina, di attrezzature in grado di ricaricare le Vs. batterie e testarle in scarica controllata, simulando il reale ciclo di lavoro.

Nel caso la Vostra batteria sia da sostituire, siamo in grado di offrirVi le seguenti categorie:

  • Batterie da trazione corazzate per carrelli elevatori;
  • Elementi corazzati tubolari sottocavo e a saldare
  • Batterie gel sigillate.
  • Batterie per uso veicolare
  • Batterie per impianti di continuità e installazioni fotovoltaiche;
  • Sistemi di rabbocco centralizzato completo
  • Ricambi per batterie: tappi rabbocco a galleggiante, connessioni, indicatori di flusso, ecc..
  • Caricabatterie per ogni tipologia di accumulatore

Collaboriamo direttamente con i principali costruttori di accumulatori al piombo per garantirvi sempre il miglior rapporto qualità/prezzo.


Sei in regola con i neutralizzanti
per l’acido contenuto nelle batterie?

Vi forniamo preventivi per il quantitativo di sostanza assorbente che dovete avere a disposizione per assorbire l’acido che accidentalmente fuoriesce dalle Vs. batterie come da D.M. 20/2011, non esitate a contattarci per un offerta.

Estratto decreto:
D.M. 20/2011 e dal D.Lgs. 152/2006  riguardanti i dispositivi obbligatori per la neutralizzazione degli spargimenti accidentali di acido solforico dalle batterie incluse quelle al gel.
(a) Le sostanze assorbenti e neutralizzanti devono essere preventivamente testate dalle Universita' e dagli istituti specializzati.
(b) Nella certificazione di rispondenza funzionale deve essere precisato il quantitativo di prodotto occorrente per il completo assorbimento e la perfetta neutralizzazione di un litro di soluzione acida che, essendo ragionevolmente riferita ad elementi carichi, presenta una densita' di circa 1,27 kg/dmc,
(c) Nel caso di elementi in cui l'elettrolito si presenta in forma gelatinosa (Batterie al gel]), il quantitativo di prodotto occorrente per la neutralizzazione dell'unita' di volume rimane inalterato in quanto, a parita' di capacita', gli elementi contengono la stessa quantita' di sostanza elettrolitica, liquida o gelatinosa, con identica percentuale di acido solforico.
(d) Il prodotto testato deve essere utilizzato secondo le istruzioni fornite dal fabbricante e tassativamente sostituito alla scadenza del termine di validita' della sua piena efficacia, termine che deve essere indicato in modo evidente su ciascun contenitore

1.2.2 BATTERIE CIRCOLANTI ALL'INTERNO DI AREE PRIVATE
La Circolazione di mezzi a trazione elettrica utilizzati per il trasporto di cose o persone e per il sollevamento di carichi all'interno di aree portuali, aeroportuali, stabilimenti industriali, grandi magazzini, ecc, comporta necessariamente un rischio di sversamento dell'elettrolito contenuto nelle batterie, sia per la corrosione del cassone contenente gli elementi ma anche per il possibile ribaltamento del mezzo alimentato. In tali evenienze e' considerata sufficiente la dotazione di sostanza assorbente e neutralizzante stabilita per le postazioni di ricarica delle batterie, sempreche' le distanze dalle suddette postazioni non siano talmente elevate o non facilmente percorribili in tempi brevi da consigliare un'adeguata scorta supplementare anche nelle zone nevralgiche maggiormente decentrate.

SANZIONI
Le sanzioni previste per la non applicazione del D.M. 24/01/2011 n. 20 si rilevano dal D.L. 09/04/2008 n. 81.
In particolare si tratta di rispettare l’obbligo di cui all’allegato IV punto:
2. 1.11.1. Negli stabilimenti o luoghi in cui si producono o si manipolano liquidi corrosivi devono essere predisposte, a portata di mano dei lavoratori, adeguate prese di acqua corrente orecipienti contenenti adatte soluzioni neutralizzanti.
2.1.12. In caso di spandimento di liquidi corrosivi, questi non devono essere assorbiti con stracci, segatura o con altre materie organiche, ma eliminati con lavaggi di acqua o neutralizzati conmaterie idonee.
La sanzione è determinata dall’art. 68 comma 1 lettera b:
1. Il datore di lavoro e' punito:
a) con l'arresto da sei a dodici mesi o con l'ammenda da 4.000 a 16.000 euro per la violazionedell'articolo 66;
b) con l'arresto da tre a sei mesi o con l'ammenda da 2.000 a 10.000 euro perla violazione degli articoli 64 e 65, commi 1 e 2;
c) con la sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 a 2.500 euro per la violazione dell'articolo67, commi 1 e 2.